Sostieni il Progetto con una donazione


Coordinate Bancarie
Banco BPM
C/C Intestato a: Fondazione Claudio Gatti e Marisa Rossi
IBAN: IT13U0503401612000000376440
SWIFT:BAPPIT21418

Se vuoi puoi utilizzare anche PayPal



Che cos’è?

Il progetto “Ti Accompagno IO!”, promosso dalla Fondazione Claudio Gatti e Marisa Rossi e dall’Associazione L’Arcobaleno della Speranza ONLUS, consiste in un servizio di navetta GRATUITO destinato ai pazienti oncoematologici del Policlinico Tor Vergata (PTV) di Roma, che necessitino, per motivi di salute, economici o di opportunità, di essere accompagnati presso il Day Hospital/Ambulatorio di Oncoematologia del PTV.

In Cosa Consiste?

La Fondazione Claudio Gatti e Marisa Rossi e l’Associazione L’Arcobaleno della Speranza ONLUS si impegnano nel mettere a disposizione dei pazienti quanto segue:

- Un servizio navetta GRATUITO con autista, per l’accompagnamento, andata e ritorno, presso la struttura ospedaliera PTV.

- Un servizio di trasporto continuativo, secondo le esigenze dei pazienti, avvalendosi sia di personale assunto alle proprie dipendenze che di personale volontario.

- Un automezzo multiuso che permette il trasporto simultaneo di 8 persone o di 6 persone e una carrozzina per disabili (autista escluso).

Orari ed estensione territoriale del servizio

- Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì all’interno della fascia oraria 7:00 - 19.30 e il sabato 7:00 - 13:00.

- Il servizio verrà espletato all’interno del territorio di Roma Capitale e Comuni limitrofi.

Quando inizia?

Il Servizio sarà attivo dal prossimo 15 ottobre 2018.

A chi è rivolto il servizio?

Il servizio è rivolto prioritariamente ai pazienti oncoematologici che stanno effettuando trattamenti in regime ambulatoriale o di Day Hospital. I pazienti potranno usufruire del servizio a condizione che siano soli, che non possano cioè essere accompagnati al PTV da familiari o conoscenti, o privi di mezzi di trasporto propri. È prevista la possibilità, solo in caso di pazienti minorenni o con disabilità, di usufruire del servizio congiuntamente ad un accompagnatore. 

Come si accede al servizio?

I pazienti che vorranno usufruire del servizio potranno compilare il modulo, richiedendolo al proprio medico del PTV. Sarà cura del medico la valutazione finale per l’eligibilità alla fruizione del servizio. La Fondazione Claudio Gatti e Marisa Rossi si riserva di selezionare i pazienti ai quali erogare il servizio in considerazione del numero di posti disponibili e della dislocazione sul territorio dei richiedenti.

Quali sono i criteri di accesso al servizio?

I criteri per l’accesso al servizio sono i seguenti: 1. Pazienti appartenenti al territorio di Roma Capitale e Comuni limitrofi 2. Pazienti soli impossibilitati a farsi accompagnare da un familiare/assistente 3. Pazienti impossibilitati a raggiungere il PTV con mezzi propri o attraverso mezzi pubblici

Quanto costa?

Il servizio è totalmente GRATUITO. La Fondazione Claudio Gatti e Marisa Rossi e l’Arcobaleno della Speranza ONLUS finanzieranno il servizio attraverso le proprie risorse e quelle ottenute attraverso campagne di sensibilizzazione collettive.

Cos’altro devo sapere?

Il progetto prevede una fase di Sperimentazione di 12 mesi. Durante la fase di sperimentazione del progetto si prevede di mettere a disposizione il servizio prevalentemente ai pazienti che debbano raggiungere il DH Oncoematologico del PTV per effettuare terapie trasfusionali. Questa scelta, dettata da ragioni di carattere pratico volte ad aiutare questa particolare categoria di pazienti, permetterà di calibrare il servizio offerto garantendo un’erogazione efficace e strutturata. Inoltre, permetterà altresì di valutare attentamente l’estensione del servizio ad altri pazienti con lo stesso automezzo o con l’ausilio di un mezzo aggiuntivo. La fase di sperimentazione prevede di accompagnare:

- Pazienti appartenenti ai Municipi VII e VI;

- Pazienti che effettuano prevalentemente terapie trasfusionali;

- Pazienti soli impossibilitati a farsi accompagnare da un famigliare/assistente;

- Pazienti impossibilitati a raggiungere il PTV con i mezzi propri o attraverso mezzi pubblici.

Sono esclusi dalla sperimentazione:

1. Pazienti in particolari condizioni di gravità.

2. Pazienti che non possono deambulare autonomamente.